Siete degli appassionati di trekking sempre alla ricerca di nuovi percorsi da esplorare? Allora non potete assolutamente perdere l’occasione di mettervi in marcia sul Cammino Materano!

Negli ultimi anni infatti, ci si è resi conto che l’esperienza di intraprendere un Cammino ha numerosi vantaggi. Oltre a permettere di conoscere luoghi magici e borghi incantevoli, dà la magnifica opportunità di passare del tempo all’aria aperta facendo movimento, e migliorando così la qualità della vita di chi la pratica. 

Perché il Cammino Materano? 

Viaggiare lungo il Cammino Materano a piedi, sullo sfondo della Macchia Mediterranea, significa esplorare tutte le aree affascinanti e nascoste del Tacco d'Italia, insieme a tutte le bellezze che lo rendono così unico.

L'itinerario segue l'antica Via Peuceta percorsa in un passato senza treni né auto, da pellegrini, commercianti, pastori e briganti.
Diviso in 7 tappe districate tra Puglia e Basilicata, il Cammino Materano è lungo circa 169 km ed è percorribile sia a piedi, che in bici Gravel o Mountain Bike. La Via Peuceta infatti, collega le due grandi città di Bari e Matera, ma anche piccoli paesi immersi nella Murgia, come Santeramo in Colle o Cassano Murge.

Attraversando le strade secondarie romane, potrete camminare su vecchie carraie, vie medievali e sentieri nascosti proprio per assaporare le aree più interne e sconosciute dell’affascinante Meridione, insieme alla vera essenza della sua storia antichissima. 

In aggiunta, percorrendo il Cammino Materano a piedi, avrete la possibilità di imbattervi in bellezze paesaggistiche e naturali come la foresta Mercadante e la Grotta di Sant’Angelo, nota meta di pellegrinaggi.

Tutte le tappe del Cammino Materano

Viaggiando lungo il Cammino Materano troverete 5 tappe intermedie, piccoli borghi e cittadine più grandi, che vi lasceranno a bocca aperta. Scopriamole subito!

  • Bari 

Il Cammino Materano parte proprio dal capoluogo di regione della Puglia: Bari. Famosa soprattutto nel mondo orientale e ortodosso, rappresenta il centro della comunicazione tra diverse confessioni religiose. Camminando per questa meravigliosa città avrete la possibilità di ammirare numerose opere architettoniche in stile romanico, come la Basilica di San Nicola contenente le reliquie del santo, e la Cattedrale di San Sabino, lo storico Duomo della città. Ma anche opere più moderne come il castello Normanno-Svevo, circondato da un fossato che si affaccia sul mare, o il Teatro Petruzzelli, uno dei più grandi teatri d’Italia e cuore pulsante della città insieme a Piazza del Ferrarese.  

Non potete lasciare Bari, poi, senza aver provato le famosissime orecchiette con le cime di rapa, la fcazz (focaccia) barese, i panzerotti e il crudo di mare.

  • Bitetto 

Proseguendo il vostro percorso sul Cammino Materano a piedi arriverete a Bitetto. Si tratta di una città antichissima nel cuore della Puglia, famosissima per le sue olive Termite: una squisita e succosissima varietà tipica della zona. 

In questa località potrete camminare per il centro storico e ammirare le bellezze della Cattedrale di San Michele Arcangelo e la Chiesa di Santa Maria Veterana, la più vecchia della città, costruita nel 959. Se invece avete voglia di visitare un museo non potete perdervi il Museo della Devozione del Lavoro in cui potrete ammirare le arti, i lavori e i mestieri tradizionali delle popolazioni di Bitetto e dei dintorni. 

  • Cassano Murge

Continuando il vostro cammino lungo l’antica Via Peuceta raggiungerete Cassano Murge, il comune più alto della Puglia, conosciuto per la sua vicinanza alla foresta di Mercadante, una meravigliosa pineta attrezzata, realizzata nel 1928.

Camminando per Cassano potrete ammirare la Chiesa di Santa Maria Assunta, semplice ma meravigliosa, che sorge sui resti di un’antica chiesa romanica ben più antica, e il Palazzo Marchesale, una costruzione di epoca barocca che rappresenta il simbolo della cultura locale. Se, invece, vi spostate appena fuori città incontrerete il Santuario-Convento di Santa Maria degli Angeli, un piccolo ma meraviglioso convento tra le grotte, gestito dai Padri Agostiniani. 

Per quanto riguarda il cibo tipico, non potete assolutamente farvi scappare il famosissimo "cece nero" di Cassano. 

  • Santeramo in Colle 

Protagonista della terza tappa del Cammino Materano a piedi è il paese di Santeramo in Colle. Qui potrete ammirare diverse opere architettoniche come la parrocchia del Santissimo Crocifisso, una delle costruzioni religiose simbolo del paese che sorge sul punto più alto della città, e il Palazzo Marchesale Caracciolo–Carafa, risalente al 1586, particolarmente importante per la sua struttura cinquecentesca meravigliosamente conservata. 

Per quanto riguarda le bellezze paesaggistiche, a Santeramo potrete visitare il complesso rupestre delle Grotte di Sant’Angelo, all’interno del quale sono stati ritrovati alcuni riferimenti umani, e il Parco dei Briganti, ossia un’oasi di divertimento per grandi e piccini nascosta in mezzo ai boschi. 

  • Altamura 

Proseguendo giungerete ad Altamura, un piccolo comune della provincia di Bari conosciuto in tutto il Paese grazie al suo pane di Altamura DOP, alla lenticchia IGP, e per il ritrovamento dell’Homo Neanderthalensis avvenuto proprio in queste zone. 

  • Gravina in Puglia

Per la vostra penultima tappa di questo avventuroso Cammino Materano a piedi, giungerete a Gravina di Puglia, un piccolo comune conosciuto principalmente per essere la sede ufficiale del Parco nazionale dell’Alta Murgia. 

In questa zona è possibile vedere numerose chiese e palazzi molto antichi, come ad esempio la Basilica di Santa Maria Assunta, in stile romanico, che fu costruita nel 1092 per poi essere quasi totalmente ricostruita nel 1508, e la Chiesa rupestre di San Michele delle Grotte, in cui è possibile vedere ancora resti di teschi e ossa, che secondo la leggenda appartengono ai martiri dell’eccidio dei gravinesi. Altro luogo antico e maestoso, è il ponte viadotto–acquedotto Madonna della Stella che anticamente permetteva l’attraversamento del torrente Gravina. 

Tra le bellezze naturali di Gravina non potete perdere il bosco di Difesa Grande, una meravigliosa area naturale protetta, perfetta per la conservazione locale della flora e della fauna. 

  • Matera

Concluso il Cammino Materano a piedi arriverete nella meravigliosa città di Matera, conosciuta per la straordinarietà dei suoi Sassi, patrimonio dell’UNESCO dal 1993, ma anche per essere stata la Capitale Europea della Cultura nel 2019. 

All’interno della magnificenza dei Sassi, due dei quartieri della città, potrete scorgere alcune bellezze rare, come la Cattedrale di Matera, costruita nel XIII secolo in stile romanico pugliese sullo sperone che sovrasta la Civita, e la Cripta del Peccato originale, una chiesa rupestre dall’aspetto unico e particolarissimo, tanto da essere spesso soprannominata “la Cappella Sistina del rupestre”. Consigliamo inoltre di visitare Casa Noha, esempio perfetto di architettura privata nei Sassi, realizzata in tufo e con gli alti soffitti a volta. 

Se invece siete amanti della natura, potrete visitare il parco della Murgia materana, un’area naturale protetta all’interno della quale ammirare le numerose chiese rupestri sparse nella zona. 

I cammini come meta ideale

I cammini rappresentano un modo unico ed emozionante di viaggiare e scoprire località diverse sempre più da vicino, restando a stretto contatto con la natura. Un’esperienza sicura e divertente, che vi darà la possibilità di sfidare voi stessi mentre conoscerete tante nuove persone con le vostre stesse passioni. 

Se cercate questo tipo di avventura a passo lento, non potete farvi scappare anche le nostre numerose proposte di viaggio lungo il Cammino Materano.

Per gli amanti dei percorsi in MTB o per chi preferisce esplorare nuovi sentieri in sella ad una bici Gravel, abbiamo pensato al Cammino Materano in bici.

E in tutti i nostri tour lungo l'antica Via Peuceta riceverete le Credenziali del Cammino Materano.

Quindi cosa aspettate? Zaino in spalla e si parte!