Un trekking a Capri è un modo divertente di scoprire quest'isola meravigliosa, così variegata ed unica allo stesso tempo.

La sua atmosfera esclusiva unita ai paesaggi incorniciati dall’azzurro intenso del mare, fanno di Capri una perla incastonata nel Mar Tirreno e la destinazione ideale per chi vuole vivere un’escursione avventurosa, senza rinunciare al fascino della scoperta dei suoi luoghi incantevoli.

Perché visitare Capri

Raggiungibile facilmente sia dalla vicina Ischia sia da Napoli e Sorrento, Capri deve la sua fama ai tanti personaggi del cinema e ai campioni dello sport che a partire dagli anni ’60 del Novecento ne hanno fatto la meta principale delle loro vacanze, dando il via così al mito dell’estate all’ombra dei Faraglioni.
Conosciuta per la bellezza unica delle numerose grotte nascoste nella costa frastagliata già in epoca romana, nel corso della sua storia ha ospitato le dimore estive di imperatori, nobili ed intellettuali che qui si rifugiavano per ritrovare ispirazione o per ritirarsi a vita privata.

Cosa vedere in un giorno a Capri

Se sei in vacanza a Napoli, a Sorrento o in costiera amalfitana - oppure stai pensando di andarci con uno dei nostri tour - perché non dedicare una giornata per fare un'escursione nella bellissima isola di Capri?
Abbiamo studiato un trekking semplice e avventuroso tra Villa Jovis e i faraglioni per apprezzare le meraviglie di Capri. 
Ecco i punti salienti:

1. La Piazzetta: "il salotto del mondo";

2. Belvedere Tragara: una finestra naturale sul Golfo di Napoli;

3. Grotta di Matermania: tra romanticismo e mistero;

4. Villa Jovis: il rifugio dell'Imperatore

Trekking tra Villa Jovis e i Faraglioni di Capri: la proposta di Slow Active Tours

Abbiamo creato per voi una traccia da visionare e scaricare:

Seguendo la traccia proposta trovate di seguito il dettaglio di tutte le tappe di questo trekking a Capri

Prima Tappa: la Piazzetta di Capri

L’itinerario che vi proponiamo parte dal porto di Marina Grande, da cui una funicolare ci porterà direttamente in Piazza Umberto I: conosciuta in tutto il mondo come “La Piazzetta” per la sua dimensione, è una bomboniera contornata dalle bellezze naturali dell’Isola. La presenza di locali e ristoranti che si affacciano all’esterno poi, ne fanno il simbolo della vita mondana di Capri.
Lasciati alle spalle i locali del centro il nostro viaggio entrerà nel vivo. Ci sembrerà di immergerci gradualmente, man mano che la strada scende, nella natura rigogliosa dell'isola fino ad arrivare presso il Belvedere Tragara, una meravigliosa ed incantevole finestra sullo stupendo mare di Capri riservata per noi direttamente da Madre Natura! Arrivati qui dopo aver percorso Via Camerelle, abbandonatevi al profumo dei bellissimi fiori che abbelliscono le mura antiche. Il silenzio sarà rotto poi dal solo canto degli uccelli che accompagneranno i vostri occhi nel blu intenso del Golfo di Napoli.

Seconda Tappa: la Grotta di Matermania

Ricaricati mente e spirito con questa vista spettacolare, sarà la volta di attraversare Via Pizzolungo, una strada panoramica che collega le bellezze suggestive di questa porzione dell’Isola di Capri.
A partire dalla Grotta di Matermania: una grotta incastonata sul versante sud-occidentale dell’isola che deve il suo nome al culto classico di Cibele, divinità della natura e degli animali nota anche ai Romani come Mater Magna. Nel corso della sua storia questo luogo sacro è stato al centro di numerose vicende che donano alla Grotta un volto romantico e misterioso. Si tratta di un fenomeno naturale di erosione della roccia calcarea già conosciuta al tempo dei Romani che la trasformarono in un sontuoso ninfeo. Sempre in epoca romana si  deve la costruzione di alcuni elementi architettonici che salvaguardarono il complesso nel corso degli anni come l’arco a tutto sesto e il muro di terrazzamento con cui fu rinforzata l’area vicino l’ingresso.

Terza Tappa: Villa Jovis

L'isola di Capri è un luogo adatto a riconciliarci con la natura che qui si manifesta al massimo delle proprie possibilità, mentre la strada torna a salire fino ad arrivare al punto più alto dell’escursione dove raggiungeremo il Salto di Tiberio, un precipizio a picco sul mare su cui svetta la maestosa Villa Jovis. Costruita nel I secolo d.C. domina il promontorio orientale dell'isola, di fronte a Punta della Campanella, fu la dimora principale dell’imperatore Tiberio che spesso fuggiva dalla caotica Roma per rifugiarsi a Capri e dedicarsi così all’ozio e alla contemplazione. La sua architettura riproduce fedelmente le caratteristiche delle classiche ville romane ma con elementi che la rendono simile ad una fortezza. Al centro del complesso sono ben visibili le cisterne che venivano utilizzate per la raccolta dell’acqua piovana destinata poi alle terme.

Consiglio di viaggio: visitare Villa Lysis

Una volta raggiunta la Villa di Tiberio sarete ricompensati da una vista invidiabile sul Golfo di Napoli, mentre volgendo lo sguardo al lato nord, potrete scorgere un incredibile scorcio del centro di Capri.
Da qui chi sente di farlo può raggiungere Villa LysisAdagiata su una rupe a picco sul mare è stata la dimora del conte francese Jacques d'Adelsward Fersen che nel 1905 la fece erigere appositamente come luogo dove vivere serenamente la sue passioni sfrenate. 
L’eclettica personalità del nobile parigino si rispecchia perfettamente nello stile di Villa Lysis che oltre ad essere il luogo dove egli si rifugiò, divenne punto di riferimento per artisti, intellettuali, poeti e scrittori che in quegli anni cominciarono a frequentare l’Isola, rapiti dalla sua affascinante bellezza.
Dall’architettura della Villa, che prende il nome dal dialogo di Platone “Liside” dedicato all’amicizia, emergono elementi di natura classica che richiamano il gusto personale del conte per le opere dell’antichità greca e romana, come dimostrano la presenza del colonnato e della robusta scalinata che decorano l’importante ingresso.
A ciò vengono abbinati elementi propri della cultura europea del tempo e in particolare il gusto sfarzoso proprio dell’Ottocento, evidente nelle decorazioni della ringhiera dello scalone che fanno di Villa Lysis uno scrigno affascinante e ricco di richiami simbolici.   

Arrivati sul punto più alto di questa escursione e dopo aver ricaricato le energie godendo di un panorama che inebria i sensi, è la volta di tornare verso la Piazzetta, punto di arrivo del nostro itinerario nella calda Isola di Capri.
Non ti resta che indossare le scarpe più comode e mettere lo zaino in spalla: si parte per un’esperienza incredibile!