Tour privato Bicicletta

Cicloviaggio sul Gran Sasso

AbruzzoDifficoltà percorso:
Impegnativo
Tour privato · BiciclettaDurata: 8 giorniCodice: bg121

Cosa ti aspetta?

Un viaggio in bici intenso: 360km nell’incredibile Parco Nazionale del Gran Sasso e i Monti della Laga. Qui la natura domina da secoli modificando suggestivamente gli antichi borghi, le rocche e i paesini che oggi resistono come sentinelle allo spopolamento e ai grossi fenomeni naturali. In questa terra regna sovrana la storia della transumanza dei pastori fino alle campagne pugliesi, lungo vie conosciute come le “autostrade dei pastori”. Partiremo dal borgo medievale di Assergi per vivere un bel cicloviaggio misto di piacere e fatica, ma anche ricco di sapori e storia, per supportare nel nostro piccolo la gente di questi luoghi, che possono continuare ad esistere solo se non dimenticati. Cornice meravigliosa sarà sua Maestà il Gran Sasso, che con gli imponenti Monte Corvo, Monte Aquila e Monte Camicia, ci osserveranno silenziosamente accompagnando ogni giorno pedalata. 


Prenota il tuo TOUR PRIVATO:
scegli la tua data di partenza e viaggia con il tuo gruppo insieme ad un nostro esperto accompagnatore locale.

 

  • Il "gigante buono" degli Appennini

  • Pedala tra boschi di pioppi, noccioli, castagni e aceri

  • Immensi pascoli e spazi verdi

  • Borghi medievali, castelli, eremi e abbazie

  • Prodotti caserecci e sapori d'altri tempi

  • Vedi Campo Imperatore, il "piccolo Tibet"

Itinerario

Giorno1

Arrivo e sistemazione ad Assergi

Chi arriva in mattinata potrà salire a Campo Imperatore con la funivia e godere del favoloso panorama del Gran Sasso.
Incontro con gruppo e accompagnatore presso la Sede del Parco per conoscersi passeggiando tra i vicoli.

Giorno2

Assergi – Amatrice

65km

La prima tappa del cicloviaggio sul Gran Sasso ci porta ad Amatrice.
Da Assergi, superata la prima salita impegnativa, scenderemo verso il Lago di Campotosto, un bacino artificiale ottenuto dallo sbarramento del Rio Fucino con una caratteristica forma a V. Qui potremo osservare affascinanti esemplari di uccelli migratori come il bellissimo ed imponente Airone Cenerino, ma sarà il Croccolone (simbolo dell Riserva) a catturare la nostra attenzione con i suoi colori variegati e il becco allungato. Lasciati poi alle spalle i bellissimi prati che circondano il Lago, sarà la volta di dirigersi verso Amatrice, la città degli spaghetti all’amatriciana ma anche di Cola dell’Amatrice, pittore e architetto che si formò presso la scuola di Bramante e Raffaello. Incastonata in un’area al confine di ben 4 regioni: Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo, Amatrice ha costruito la propria fama fin da tempi antichissimi, grazie soprattutto alla posizione strategica in cui sorge.
Alle pendici della Basilica di San Francesco termina questa prima tappa; nell’attesa di ripartire lasciatevi cullare dalla generosità di questa terra e dalla calda accoglienza dei suoi abitanti.

Giorno3

Assergi – Amatrice

65km

Dopo una ricca colazione a base di prodotti locali riprenderemo il nostro cicloviaggio da Amatrice e pedaleremo lungo la Valle del fiume Tronto, percorrendo il tracciato dell’antica consolare Salaria, fino ad Acquasanta Terme. Sarà un percorso ricco di suggestive testimonianze storico - artistiche, naturali ed economiche dominato dalla presenza di specie faunistiche e vegetali protette.
Poi una salita impegnativa ci condurrà fino a Ceppo, dove poter ammirare il Bosco della Martese, una delle perle offerte dai Monti della Laga e, se ne avremo voglia, la cascata della Morricana. La zona è ricca di ruscelli ed orchidee spontanee che arricchiscono gli oltre 30 chilometri di faggi, abeti e querce che si districano lungo il bosco. Qui si racconta che pochi giorni dopo l’Armistizio dell’8 settembre 1943 si riunirono spontaneamente militari e civili di ogni provenienza dando vita ad una sanguinosa battaglia per la Liberazione dall’occupazione nazifascista.
La storia di questi scenari pazzeschi, mista alle unicità delle specie faunistiche presenti, ci cullerà in attesa delle forti emozioni che ci attendono nella tappa di domani.

Giorno4

Ceppo – Montorio al Vomano

64km

Oggi entriamo nella parte più selvaggia del nostro cicloviaggio sul Gran Sasso, dove la natura regna sovrana.
Qui diversi saliscendi ci condurranno nel cuore e nei colori del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, per godere del suo ricchissimo patrimonio di beni geologici, ambientali e culturali. Non a caso infatti, il primato di 2364 specie vegetali censite lo rendono di diritto uno dei Parchi più importanti d’Europa.
Terminato il percorso odierno lasciatevi accompagnare dal suono rilassante delle acque pure che qui sgorgano copiose dalle pendici dei monti, e che da millenni alimentano e modellano questi territori.  

Giorno5

Montorio al Vomano – Castel del Monte

64km

Anche questa tappa, prevalentemente in salita, sarà ripagata dallo spettacolo della natura: ammireremo la Parete Nord del Monte Camicia, che si erge come una muraglia e ci fa capire presto perché il monte è noto anche come l’Eiger degli Appennini. Una discesa spettacolare ci condurrà nell’altipiano di Campo Imperatore, il "piccolo Tibet" come lo definiva Fosco Maraini, il più esteso e imponente altopiano dell’Appennino. Ma la sua straordinaria importanza si denota anche dalla presenza dell’Osservatorio Astronomico dove ogni stagione numerosissimi appassionati di astronomia si danno appuntamento per condividere la bellezza del panorama visibile dalle vette degli Appennini. Ciò che maggiormente colpisce e affascina, a Campo Imperatore, è la presenza di una fitta vegetazione, quasi esclusivamente erbacea e che qui gode di un clima continentale, freddo in inverno e fresco in estate. 
Andremo poi a Castelli, borgo tra i più belli d’Italia ai piedi del Monte Camicia, divenuto famoso per la produzione delle ceramiche, alcune arrivate fino al Museo del Louvre.
La Cascata del Ruzzo segnerà l’inizio dell’ultimo tratto in salita di quest’oggi e, superato il Vado di Sole, si torna a scendere fino a Castel del Monte, il paese dalla forma di una stella in cui un tempo si dava la caccia alle streghe.

Giorno6

Castel del Monte – Santo Stefano di Sessanio

43km

La tappa odierna di questo cicloviaggio sul Gran Sasso inizia nel silenzio dell’antico borgo e, lungo la discesa panoramica, ci porterà fino ad Ofena.
La salita sarà impegnativa fino al borgo medievale di Calascio, un piccolissimo borgo di 127 abitanti, oggi ambito set cinematografico e conosciuto per la cucina tradizionale fortemente legata ai prodotti della terra. Un tuffo nel medioevo, per essere ripagati da questa tappa nel cuore della Penisola, fino a Santo Stefano di Sessanio, importante crocevia dei traffici che da Roma giungevano sulla costa adriatica. Il paesino deve la sua prosperità, sin dai tempi più remoti, alla centralità rispetto ad assi viari strategici come le vie consolari Valeria e Claudia Valeria e, in seguito, alla vicinanza con il Tratturo Regio, strada maestra della transumanza di connessione tra L'Aquila e Foggia.

Giorno7

Santo Stefano di Sessanio – Assergi

60km

Avremo una colazione abbondante e gustosa, magari con una fetta del delizioso pasticcio degli dei, il dolce tipico locale con crema allo zafferano.
Carichi così di pura energia, saliremo nuovamente fino alla piana di Campo Imperatore e poi ancora fino al famoso Osservatorio Astronomico posizionato all’arrivo della Funivia, per ammirare sua maestà il Gran Sasso e goderci una meritata birra in montagna. 
Da qui, un'unica e divertente discesa ci condurrà fino ad Assergi per il meritato riposo.

Giorno8

Arrivederci!

Dopo colazione fine dei servizi.
Giornata libera di relax e da dedicare al viaggio di rientro.

 

Variazioni del programma
A causa delle condizioni meteorologiche, di motivi organizzativi, di disposizioni emanate dalle autorità locali, l'itinerario potrebbe subire alcune modifiche prima e/o durante la vacanza.

Il viaggio include

Incluso

  • 7 pernottamenti con colazione
  • Guida/accompagnatore AIGAE per tutta la durata del viaggio
  • Assicurazione medico-bagaglio
  • Trasporto Bagagli

Non incluso

  • Viaggio a/r
  • Noleggio bici
  • Trasferimenti da/per luogo partenza
  • Pranzi e cene
  • Ingressi e mance
  • Tassa di soggiorno
  • Quanto non indicato in “Incluso”

Periodo e prezzi

Partenze ogni giorno su richiesta01/01/2024 => 31/12/2024

Supplementi

6 giorni di noleggio gravel bike
Standard160 € /p
6 giorni di noleggio E-bike
Standard200 € /p

Informazioni Pratiche

Caratteristiche tecniche

Questo tour in bici percorre un suggestivo itinerario che prevede tappe su strade secondarie, asfaltate e non, tra le meraviglie del Gran Sasso.
Sono previste salite impegnative per cui si richiede un buon allenamento. La lunghezza delle tappe varia dai 43 ai 65 chilometri giornalieri, con possibilità di soste visite e rinfreschi.

Sistemazione e pasti

Pernottamenti in hotel 3* e B&B in modalità albergo diffuso.

  • 2 notti ad Assergi
  • 1 notte ad Amatrice
  • 1 notte a Ceppo
  • 1 notte a Montorio al Vomano
  • 1 notte a Castel del Monte
  • 1 notte a Santo Stefano di Sessanio

7 colazioni incluse. Nessun altro pasto è compreso nella quota.
Gli alloggi che scegliamo sono sempre a pochi passi dalle principali attrazioni, negozi o ristoranti.

Tour Privato

Vacanza studiata per piccoli gruppi precostituiti di amici, famiglie e colleghi. Garantita la presenza di un esperto accompagnatore locale durante le escursioni in programma.
 Partenze ogni giorno su richiesta.
Scegliete la data di partenza, con chi partire e chiedeteci un preventivo personalizzato!

Quota a persona

La quota varia a seconda dei servizi richiesti e del numero di persone.

Assistenza

Durante le giornate in programma sarà con voi un esperto accompagnatore, conoscitore dell’itinerario, coordinatore del gruppo ed amante del viaggio, della natura e del territorio visitato. Sarà sempre al vostro fianco, diventando un vostro compagno di viaggio e cercando di soddisfare le esigenze del gruppo, stando comunque attento alle singole necessità. Sarà il vostro mediatore, facilitando e favorendo una vacanza autentica, rilassante e divertente.

Materiale informativo

Alcuni giorni prima della partenza riceverete tramite email la documentazione contenente le ultime informazioni relative alla vostra vacanza.

Arrivo e Rientro

Come arrivare
Raggiungere Assergi non sarà un problema, che sia in auto, bus, treno o aereo.

IN TRENO. La stazione di riferimento è quella de L’Aquila da raggiungere con Trenitalia. Da qui in autobus si raggiunge prima la stazione degli autobus di L’Aquila per poi proseguire con autobus locali.

IN AEREO. Gli aeroporti di riferimento sono quelli di Pescara, Roma Ciampino e Fiumicino.

IN BUS. Da Roma, dalla stazione Tiburtina, prendere l'autobus fino a L'Aquila e scendere al "Terminal", ultima fermata della corsa. Dal "Terminal" si prosegue con autobus locali.
Da Pescara, stazione degli autobus, prendere il bus Pescara-L'Aquila fino al "Terminal" di L'Aquila. Quindi, si prosegue con autobus locali.

IN AUTO. Da Roma prendere l'autostrada A24 Roma-Teramo ed uscire al casello di Assergi. Quindi, scendere lungo la Strada Regionale 17 bis fino al borgo.
Da Pescara prendere l'autostrada A25 fino a Popoli e proseguire per la Strada Statale 17 fino all'incrocio per Paganica. Svoltare in Via Fioretta in Paganica e proseguire per la Strada Regionale 17 bis fino ad Assergi.
google.maps.com può essere d'aiuto.

Se preferisci viaggiare in totale comodità, puoi prenotare un transfer privato nei giorni di arrivo e partenza.

Richiedi preventivo

Compilare correttamente questo campo
Compilare correttamente questo campo
Compilare correttamente questo campo
Compilare correttamente questo campo
Compilare correttamente questo campo
Compilare correttamente questo campo
Valore non valido
Valore non valido
Accettare la privacy
Validare il codice recaptcha

Recensioni

Ultime dal Blog

Visitare Tortorella: la guida completa

Il pittoresco borgo di Tortorella domina le valli e le gole circostanti, dai suoi 600 metri di...
13.03.2024

Contatti

Slow Active Tours

Via Corrado Alvaro, 17a

73100 - Lecce, LE - Italia

P.IVA 04615750751

Tel: +39 0832 1826868

info@slowactivetours.com