In questa breve guida scoprirete il magico borgo di Portovenere, un piccolo gioiello incastonato nella riviera Ligure a sud delle Cinque terre. Infatti, insieme al borgo di Lerici rappresenta una delle punte del Golfo dei Poeti, golfo che è stato inserito nel libro dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO. Per questa ragione, soprattutto grazie alle meraviglie che lo compongono, è necessario visitare Portovenere a piedi per poter godere di ogni sua bellezza e sfaccettatura. Qui potrete trovare alcune idee per vivere la vostra vacanza senza perdervi nulla. 

Il borgo di Portovenere pare risalire addirittura al 150 d.C. quando Claudio Tolomeo la definì uno degli scali di Sestri Levante. Qui, anticamente, era presente un tempio dedicato alla dea Venere che secondo la leggenda era nata dalla spuma di mare. Per questo motivo, oggi, il borgo ha assunto il nome proprio di Portovenere. 
Come quasi tutti i borghi della litoranea ligure, anche Portovenere subì numerose dominazioni e saccheggi da parte dei pirati. Tra le più famose, ricordiamo quella dei Normanni e, soprattutto, quella di Napoleone Bonaparte. Fino a quando nel 1861 entrò a far parte del Regno d’Italia.
A partire dal 1998, Portovenere fa parte dei patrimoni dell’umanità dell’Unesco e dal 2001 è la sede del parco nazionale provinciale.

Se ti affascinano questi luoghi, puoi visitare Portovenere con uno dei nostri tour in partenza:

Trekking stanziale in Liguria

A spasso per la Liguria: trekking Cinque Terre e Portofino

Cosa vedere a Portovenere

Camminando per Portovenere e il suo meraviglioso borgo, vi renderete conto che è ricco di bellezze e opere che valgono assolutamente la pena di essere visitate. 
Perché non decidere di trascorrere una giornata spensierata per scoprire le bellezze di questo affascinante borgo conosciuto in tutto il mondo per la sua eleganza?
Se vuoi trascorrere una giornata a Portovenere, abbiamo preparato una lista con le cose da vedere e visitare in serenità:

  • Chiesa Parrocchiale di San Lorenzo
  • Chiesa di San Pietro
  • Castello Doria
  • Torre Capitolare e Porta Venere

E ora partiamo insieme alla scoperta dei luoghi più identitari di Portovenere!

Chiesa Parrocchiale di San Lorenzo

Costruita nel 1098 in stile romanico e poi interamente ristrutturata nel 1350 circa e nel 1582. Per questa ragione, ammirando la chiesa, si possono notare tutti i diversi stili che la compongono. Semplicemente guardando la facciata si possono notare un frontone romanico affiancato a una facciata con le righe orizzontali bianche e nere, tipiche dell’architettura genovese. Inoltre, all'interno della chiesa è possibile ammirare numerose opere d’arte.

Chiesa di San Pietro

Scegliendo di visitare Portovenere a piedi, si può facilmente raggiungere la Chiesa di San Pietro, situata in calata Doria. Costruita già nel V secolo, dove sorgeva una chiesa paleocristiana, venne presa in carico dalla chiesa cristiana nel 1118 da Papa Gelasio II. Purtroppo nel 1492 la chiesa fu gravemente danneggiata da un incendio e da numerosi attacchi da parte degli Aragonesi. La chiesa sarà quindi ristrutturata soltanto nel 1934.

Castello Doria

Continuando a Camminare per Portofino, a pochi metri dalla Chiesa di San Pietro, si trova il Castello Doria. Fortezza situata su una rocca, assunse fin da subito il ruolo di protezione militare della città. Costruita probabilmente nel XI secolo, fu poi totalmente rimodernata tra il XV e XVI secolo. Oggi il castello è proprietà del comune di Portovenere ed è utilizzato per accogliere numerose mostre d’arte. 

Torre Capitolare e Porta Venere

Se si sceglie di vistare Portovenere a piedi, si raggiungono facilmente la Torre Capitolare e la porta del centro storico di Porto Venere. Esse indicavano anticamente il perimetro del centro della città ed erano infatti affiancate proprio alle mura. La torre Capitolare fu costruita nel 1161 in pietra di calcare a vista con lo scopo di essere la prima protezione del borgo. Ad oggi si può vedere ancora perfettamente conservata mentre sovrasta il centro del borgo.

Cosa fare a Portovenere - la proposta di Slow Active Tours 

Una volta scoperte le meraviglie nascoste tra le viuzze di Porto Venere, è arrivato il momento di entrare nel vivo dei suoni e degli odori di questo antichissimo borgo. 

  • Grotta Byron

    Facilmente raggiungibile camminando oltre il castello di Portovenere, la grotta porta il nome di un famosissimo scrittore inglese che qui passava spesso le giornate cercando l’ispirazione per le sue opere. La grotta risulta essere particolarmente suggestiva per le sue bellezze naturali create dalle rocce magmatiche lisce ed appuntite. Uno spettacolo mozzafiato che attira ogni anno numerosissimi sub ed esploratori.

  • Visita in battello 

    Se invece avete voglia di spostarvi un po’ da Portovenere, assolutamente consigliata è la visita in battello per le tre isole di Palmaria, Tino e Tinetto. Un piccolo tour che vi permetterà di ammirare al meglio la natura e lo spettacolo di queste tre isole che fanno parte proprio dei luoghi patrimonio dell’umanità. Inoltre, su queste terre c’è la possibilità di effettuare dei piccoli percorsi di Trekking per apprezzare al meglio la natura circostante. 

  • A spasso per la Liguria: Trekking Cinque Terre e Portofino

    Se avete voglia di  trascorrere una vacanza più coinvolgente, non potete perdervi i meravigliosi percorsi di trekking di Portovenere. 
    All'ombra delle caratteristiche e pittoresche case di Portovenere, incomincia un incredibile viaggio a piedi che noi di Slow Active Tours vi proponiamo per scoprire gli stupendi ed emozionati scorci che regala la Riviera Ligure. 

Sagre e feste popolari a Portovenere

L’unico vero modo per assaporare questo meraviglioso borgo è camminare per Portovenere e vivere tutte le sue numerose sagre e feste patronali. 
La festa più grande e importante di Portovenere è la Festa Madonna bianca. Si svolge ogni anno il 17 Agosto e in occasione di questa festività si può ammirare una meravigliosa fiaccolata che accompagnano una figura della Madonna per tutto il borgo. 
La festa Basilico e dintorni si svolge ogni anno durante gli ultimi giorni di Agosto. In questa occasione vengono esposte in piazza numerose bancarelle che mettono in mostra diverse erbe aromatiche. Queste verranno poi usate in cucina, ma anche con scopi curativi, creando un’atmosfera magica e profumata.
Ancora nel mese di Agosto, si svolge la rassegna teatrale Teatro Donna. In questa occasione, ogni anno, vengono assegnati dei premi legati al teatro e alla musica “alle donne dalle donne”. Una giuria di sole donne sceglie una vincitrice per ogni categoria della rassegna per creare una sorta di “sorellanza” tra tutte le donne presenti. 
Infine, sull’isola di Tino si festeggia ogni anno il 13 settembre la festa di San Venerio. Durante questa giornata e durante la domenica successiva, l’isola, che è generalmente chiusa, apre al pubblico alcune aree permettendone la visita. Un’occasione straordinaria per fare un po’ di trekking su un’isola meravigliosa e incontaminata.

Piatti Tipici di Portovenere

Il piatto assolutamente tipico di questo borgo sono i mitili (o muscoli) di Portovenere. Si tratta di una particolare varietà di cozze che si è stanziata proprio in queste zone. Camminando per Portovenere, infatti, è possibile vederle ogni giorno su tutti i tavoli di ristoranti e case. 
Inoltre, è assolutamente consigliato assaggiare piatti a base di polpo che qui viene spesso servito come carpaccio, e tutti i deliziosi piatti della tradizione ligure, tra cui i piatti a base di pesto e legumi.

Mangiare e Bere a Portovenere

Ecco alcune proposte del territorio:

Ristorante Portivene in Via Giovanni Capellini, 94/98. Situato nel carrugio principale di Portovenere, il ristorante Portivene offre uno squisito menù a base di pesce caratterizzato dalla freschezza dei prodotti e dall’attenzione ai dettagli.
Il tutto finemente accompagnato da un’ottima carta dei vini.
Palmaria Restaurant in Via Giuseppe Garibaldi, 5Cibo ottimo e ben presentato, da gustare insieme alla meravigliosa vista di Portovenere di cui si può godere dalla terrazza del locale. Il tutto arricchito da un'eccellente carta dei vini e un servizio impeccabile. 

Quindi cosa aspettate? Zaino in spalla e si parte!