Short Break: Lecce, Bacco e barocco 2019

           

Benvenuti nel Salento. Vi accoglie Lecce, città barocca per eccellenza. Qui trascorrerete la vostra vacanza pernottando in un pregevole B&B all’interno del centro storico.

Lecce è una città vivace, che al calar del sole accende le vie del corso per animare le piacevoli e calde serate salentine.
In pochi giorni scoprirete la bella terra dei Messapi: in bici potrete visitarne gli angoli più nascosti; a tavola sarete attratti dalle sue antiche ricette ancora oggi proposte dalle sue trattorie.

  • Le più belle coste pugliesi
  • Lecce, Otranto e Gallipoli
  • L’oro verde e i frantoi ipogei
  • L’incantato borgo di Acaya
  • La medievale Abbazia di Cerrate sulla Via Francigena
  • Lo street food salentino

Per te e la tua famiglia, i tuoi colleghi e i tuoi amici proponiamo questo tour anche con accompagnatore locale.
Sarà il coordinatore del tuo gruppo, facilitando e favorendo una vacanza rilassante, divertente e sempre autentica.

Richiedi preventivo

Rendi unico questo viaggio ritagliando un itinerario su misura per te.
Personalizzare questo tour renderà la tua vacanza ancora più originale e sorprendente.

Richiedi preventivo

Giorno 1
Lecce

Benvenuti nel Salento, la terra del Sole, del Mare e del Vento.
Vi accoglie la capitale del Barocco Salentino, città unica nel suo genere, elegante ed ordinata. Qui il sole riflette sulle candide pietre che adornano le cento chiese racchiuse nel suo centro storico e fa brillare di luce riflessa una città che vi abbaglierà per la sua bellezza.

Giorno 2
Gallipoli e la costa occidentale (50km circa)

Di primo mattino raggiungerete Gallipoli con transfer privato. Il suo centro storico è racchiuso in un isolotto roccioso a cui si accede da un ponte di origine settecentesca. Il borgo è una vera e propria galleria in stile barocco adornato di dipinti di pittori napoletani e salentini. Qui l’uso della pietra locale, il carparo, non ha consentito i giochi con i quali i maestri scalpellini hanno potuto adornare Lecce. Così Gallipoli ha un barocco tutto suo, bianco di calce e dipinto d’oro sui legni pregiati in stile rococò.
Le facciate pulite delle tante chiese nascondono interni sontuosi e superbi. La storia di questa città è legata al suo “oro verde” e la potrete scoprire in uno degli innumerevoli frantoi ipogei che la città vecchia conserva ancora intatti sotto i suoi palazzi nobiliari.
Lasciata Gallipoli percorrerete un tratto di costa sino alla riserva di Porto Selvaggio; da qui abbandonerete il mare per pedalare nell’entroterra scoprendo le cittadine di Copertino, la città del Santo che vola, e Nardò, popolare grazie alle sue cantine vinicole ed al suo bel centro storico.
Rientrati a Lecce consigliamo di provare un buon gelato presso la Gelateria Natale vicino Piazza sant’Oronzo, una delle più rinomate di Lecce.

Giorno 3
Le terre di Acaya (40km circa)

L’itinerario odierno è dedicato alle riserva naturale delle Cesine ed al borgo fortificato di Acaya.
Usciti da Lecce percorrerete il “fondone”, una strada lunga ed ordinata che conduce fino alle Cesine. All’interno della riserva percorrerete l’ex strada provinciale ora divenuta una lunga pista ciclabile immersa tra gli ulivi ed i canneti. Poi raggiungerete il mare, dove sarà facile trovare un baracchino vicino la riva per ristorarvi prima o dopo un tuffo nel bel mare adiacente alla riserva.
A seguire inforcherete le biciclette per rientrare in città. Il percorso prevede una sosta quasi obbligatoria nel piccolo ed incantato borgo di Acaya. Qui se sarete fortunati troverete aperto un minuscolo bar/alimentari che vende praticamente di tutto. Dopo la visita al suo Castello che conserva un affresco bizantino tutt’oggi oggetto di studio, riprenderete la via per Lecce.
Sole, mare e… rustico salentino! Se volete assaggiare un tipico Street Food salentino, vi consigliamo il tradizionale rustico leccese. Le origini storiche di questa bontà sono incerte, ma la ricetta è ben conosciuta da tantissimi forni, bar o rosticcerie di Lecce, per cui sarà facile trovarlo un po’ dappertutto, anche durante le prime ore del mattino. Buon appetito!

Giorno 4
Sulle tracce della Via Francigena (45km circa)

Dopo colazione uscirete da Lecce seguendo Via vecchia Frigole. Prima tappa obbligatoria sarà “Lu Furnu” della masseria Giammatteo, principale centro agricolo della frazione di Frigole durante il secondo dopoguerra. Qui potrete degustare pane eccezionale, pizzi dolci e piccanti, focacce e, soprattutto, le insuperabili pittule, ottime soprattutto se mangiate ancora calde.
Dopo avere arricchito il palato, proseguirete verso il mare raggiungendo il litorale adriatico.
L’ultima tappa odierna, prettamente storica, sarà dedicata a Santa Maria di Cerrate, abbazia medievale voluta dal conte Tancredi oggi rivalutata dal Fondo Ambiente Italiano. Dopo la visita rientrerete verso Lecce provando a seguire le strade che un tempo erano percorse dai pellegrini diretti ai porti di Otranto o Leuca, da dove si imbarcavano al seguito della Terra Santa.

Giorno 5
Otranto e la costa orientale (55km circa)

Dopo colazione sarete accompagnati con transfer privato fino al Lago Azzurro, un luogo quasi surreale che conserva un laghetto color smeraldo adornato dal rosso fuoco del terreno. Da qui incomincerete a pedalare a ritroso seguendo la costa. In un batter d’occhio raggiungerete Otranto, città da sempre protesa tra oriente ed occidente, che non potrete non visitare.
Lasciata Otranto alle spalle pedalerete su una strada litoranea dalla quale sarà facile intravedere e raggiungere le belle insenature di questa parte del Salento: la Baia dei Turchi e le sue falesie; Sant’Andrea e i suoi faraglioni; Roca vecchia e la sua Grotta della Poesia.
Sole, mare e… pasticciotto salentino! Se non l’avete ancora fatto, non appena rientrati a Lecce assaggiate il delizioso dolce locale, una torta monoporzione fatta con pasta frolla e farcita di crema pasticcera.

Giorno 6
Lecce

Dopo colazione fine dei servizi.
Il souvenir consigliato lo trovate presso la Pasticceria Franchini, dove potrete acquistare un’ottima Cotognata leccese!

bicicletta     individuale   livello-uno-viaggi-slow-active-tours

Quota a persona (in camera doppia condivisa)
€ 490,00 Standard
€ 650,00 Superior

La quota comprende
5 pernottamenti con colazione
Transfer privati giorno 2 e 5
Roadbook e materiale informativo
Assistenza 24/24
Assicurazione medico-bagaglio

La quota non comprende
Viaggio a/r
Pasti e bevande
Ingressi e mance
Noleggio bici
Tassa di soggiorno (circa € 10,00)
Quanto non indicato ne “La quota comprende”

Supplementi a persona
€ 160,00 camera singola
€ 100,00 viaggiatore singolo
€ 140,00 alta stagione
€ 50,00 noleggio trekking bike (borsa laterale e casco inclusi)
€ 85,00 noleggio all road bike (borsa laterale e casco inclusi)
€ 150,00 noleggio E-bike (borsa laterale e casco inclusi)

Notti extra in camera doppia/singola con colazione (per persona)
€ 70,00/95,00 (Standard)
€ 90,00/120,00 (Superior)

Periodo
Partenze ogni giorno dal 01.03 al 15.11.2019

Alta stagione
dal 29.06 al 01.09

Durata
6 giorni / 5  notti / 4 giornate in bicicletta

CARATTERISTICHE TECNICHE

Prevalentemente pianeggiante.
Questo tour è alla portata di chiunque abbia un minimo di abitudine alla bicicletta.
Il chilometraggio giornaliero varia dai 40 ai 55 chilometri giornalieri, con possibilità di soste per visite e rinfreschi. La bici sarà un modo per smaltire il buon cibo e godersi i numerosi paesaggi che questa terra offre. Non mancheranno i momenti strettamente culturali e la possibilità di un bagno rigenerante nel limpido mare pugliese.

SISTEMAZIONE E PASTI

5 notti a Lecce.

Il tour Standard prevede pernottamenti in ottimi B&B ed hotel 3* selezionati.
Il tour Superior prevede pernottamenti in eleganti hotel 4*.

Tutte le stanze hanno il bagno in camera.

5 colazioni incluse. Nessun altro pasto è compreso nella quota.

ASSISTENZA

E’ previsto un incontro di benvenuto la mattina del secondo giorno, dopo colazione.
In caso di necessità potrete chiamare il nostro numero di emergenza attivo dalle 8 alle 21. In qualsiasi momento il nostro staff sarà a disposizione per rendere la vostra vacanza serena e tranquilla.

COME ARRIVARE

Lecce è facilmente raggiungibile in macchina, in treno, in autobus e anche in aereo.

AUTO. Le autostrade principali da considerare sono la A14 Bologna-Taranto e la A16 Napoli-Canosa. Consigliamo di lasciare l’autostrada all’altezza di Bari per proseguire lungo la superstrada fino a Brindisi e poi continuare sulla SS613 fino a Lecce. Tuttocittà.it può essere d’aiuto.

TRENO. Trenitalia collega le maggiori città italiane con il capoluogo salentino. Per consultare gli orari visita il sito www.trenitalia.it. Per conoscere soppressioni o aggiunte di fermate, cancellazioni, ritardi, deviazioni di percorso e molte altre informazioni utili per chi viaggia in treno con Trenitalia, consultare www.viaggiatreno.it.

AEREO. I due aeroporti di riferimento sono quelli di Bari e Brindisi con voli in partenza dalle più importanti città italiane e straniere.
L’aeroporto del Salento di Brindisi dista circa 40 km da Lecce ed è ben collegato alla città con un servizio di bus navette o transfer privati. L’aeroporto di Bari-Palese dista invece circa 160 km da Lecce. Da Bari e Brindisi è possibile raggiungere Lecce con il treno o con un servizio taxi.

AUTOBUS. Lecce è raggiungibile anche con l’autobus. Ecco di seguito le maggiori compagnie che operano il servizio e dove è possibile chiedere informazioni per orari e costi.
www.marinobus.it, www.baltour.it
Partenze e Arrivi da Campania, Basilicata, Puglia
www.mymiccolis.com
Partenze e Arrivi da Sicilia, Puglia
hwww.buscenter.it