In gruppo Trekking

Viaggio in gruppo nel bel Salento

Salento - PugliaDifficoltà percorso:
Facile
In gruppo · TrekkingDurata: 8 giorniCodice: wg010
da 690 €persona

Cosa ti aspetta?

In una settimana di fine estate scopriremo, a piedi, la splendida Puglia e la costa adriatica del Salento.
Ci incontreremo nella bellissima Lecce per visitarla e conoscere la Pizzica Pizzica e la tradizione musicale salentina. Cammineremo tra ulivi e muretti a secco, coste sabbiose e baie frastagliate.
A fine agosto l’acqua del mare è calda e le spiagge sono meno affollate, e la città di Lecce si anima e si colora di luci per i festeggiamenti dell’amato patrono Sant’Oronzo.
Un viaggio in gruppo a passo lento, per conoscersi, rilassarsi, farsi del bene.

  • Vicoli e scorci di Lecce, la "Firenze del Sud"

  • Laboratorio di musica popolare: la Pizzica

  • Camminare tra dolmen e menhir di Puglia

  • Il mare del Salento: dalla Baia dei Turchi a Porto Badisco

  • Masserie storiche e antichi cammini: la Via Francigena e la Via Sallentina

  • Gastronomia locale: pasticciotti, rustici e altre meraviglie

Itinerario

Giorno1

Benvenuti a Lecce!

Questo viaggio in gruppo inizia nella città più ricca di storia e di cultura del Salento.
2000 anni fa era un insediamento messapico ed è poi stata sotto il controllo dei Romani per circa cinque secoli. All’impero di Adriano risalgono il grande Anfiteatro ed il Teatro, e venne collegata direttamente al mare. Si sono susseguite numerose dominazioni: Normanni, Svevi, Angioini, Brienne e Orsini del Balzo. Nel XV sec. sotto la minaccia di un’invasione ottomana l’imperatore Carlo V ricostruì mura di cinta, un nuovo Castello e un Arco di trionfo, oggi una delle porte d’accesso al centro storico. Durante il periodo spagnolo Lecce si arricchì di stupendi edifici e monumenti in arte Barocca che ne fecero un importante centro artistico e culturale nel sud Italia.
Incontro con l’accompagnatore e il resto del gruppo nel tardo pomeriggio per poi iniziare ad “esplorare” la gastronomia locale.

Giorno2

Lecce – Arte & Musica

Dopo colazione conosceremo le meraviglie di Lecce passeggiando nel suo elegante “salotto” ricco di chiese, portali e balconi decorati, insieme ad un’esperta guida locale. Conosciuta anche come la Firenze del Barocco, la città è una fusione di culture antiche che offre al turista ed al locale uno splendido museo a cielo aperto in cui perdersi e sorprendersi.
Il pranzo potrete farlo in una tipica osteria o cercando ispirazione nello street food locale…mantenetevi leggeri che nel pomeriggio ci si pizzica! Ascolteremo la musica tradizionale salentina e ne capiremo le origini, avremo tamburelli da suonare e danzeremo come “tarantati”!

Giorno3

Lecce – Muro Leccese – Uggiano

(circa 15km, 3 ore di cammino, dislivello +40 -40)

Lasceremo la bella Lecce per raggiungere il paesino di Muro Leccese con i mezzi pubblici. Da qui cammineremo tra natura e storia antichissima esplorando le tranquille campagne salentine. Visiteremo in gruppo La Cutura, un grande giardino botanico tra gli alberi di ulivo che preserva specie vegetali da tutto il mondo e tante interessanti curiosità. Percorreremo sentieri nel Parco Megalitico d’Italia dove andare a scovare dolmen, menhir e massi misteriosi: leggende dalla tradizione e segni di un passato fatto di rituali pagani renderanno questo viaggio in gruppo in Salento indimenticabile.
Raggiungeremo poi la masseria a Uggiano la Chiesa che ci ospiterà per due notti. 

Giorno4

Porto Badisco – Uggiano

(circa 13km, 3 ore di cammino, dislivello: +90 -90)

Oggi si va al mare! Dalla nostra masseria ci muoveremo verso la costa e la suggestiva Torre di Sant’Emiliano, torre difensiva posta a guardia del mare. Proseguendo arriveremo nella Baia di Porto Badisco, un piccolo borgo di pescatori che resiste alla cementificazione e che “nasconde” un patrimonio artistico esagerato: graffiti risalenti al Neolitico in una grotta naturale costiera scoperta per caso nel 1970. Non è aperta al pubblico, ma l’atmosfera di questo luogo è ricca di storia tanto che spesso si pensa a Badisco come il primo approdo di Enea dopo la fuga da Troia. Possiamo pensare ad una nuotata o ad un aperitivo a base di ricci di mare prima di risalire un breve tratto di Via Sallentina, strada romana costiera di origine messapica, e ritornare a Uggiano.

Giorno5

Uggiano - Otranto

(circa 11km, 3 ore di cammino, dislivello: +10 -50)

Salutata la nostra masseria ci incammineremo verso Otranto, splendida cittadina e storico ponte tra Oriente ed Occidente. Tra sterrati di campagna e panorami pianeggianti scorgeremo i resti della Masseria Cippano, parte integrante del sistema difensivo voluto dall’imperatore del Sacro Romano Impero, Carlo V, in comunicazione diretta con Torre Sant’Emiliano, da cui ricevere e inoltrare il messaggio di pericolo nelle zone più interne dell’entroterra. Da qui potremo decidere di allungare il percorso di circa 4km per dirigerci al Faro di Punta Palascìa, il capo più ad est d’Italia, da cui, nelle giornate di tramontana si possono ammirare le cime bianche delle montagne albanesi.
Saremo ad Otranto per l’ora di pranzo e potremo dedicare il resto del tempo a visitarne le meraviglie, come la Cattedrale ed il suo mosaico e il Castello aragonese con le sue mostre.

Giorno6

Valle dell’Idro e Baia del Turchi

(9+10km, 5,5 ore di cammino in totale, dislivello: +20/60 -20/60)

Oggi divideremo il cammino: verdi valli in mattinata e costa incontaminata nel pomeriggio.
Andremo a conoscere la Fondazione le Costantine e le sue donne, che intessono fibre pregiate attraverso l’antica arte del telaio all’interno di un articolato progetto pensato per incoraggiare a rimanere nella terra natia, grazie allo svolgimento di un lavoro artigianale riconosciuto ed apprezzato. Attraversando la valle del fiume Idro vedremo curiose grotte naturali utilizzate dai monaci basiliani che fuggivano dall’Oriente e dalla lotta iconoclastica dell’imperatore bizantino Leone III.
Nel pomeriggio un transfer privato ci accompagnerà in una delle spiagge più belle e importanti del Salento, la Baia dei turchi, luoghi di approdo dei “pirati” del passato: tempo per una nuotata o un pò di relax in spiaggia prima di rientrare ad Otranto lungo sentieri nella macchia mediterranea e sulle spiagge. 

Giorno7

Verso il Capo d’Otranto

(circa 8km, 2,5 ore di cammino, dislivello: +70 -70)

L’ultima giornata a spasso sulla costa regalerà spazi aperti e colori emozionanti. Passeremo vicino la Torre del Serpe, simbolo di Otranto e luogo di racconti leggendari per proseguire in uno scenario fatto di erbe selvatiche, fiori di campo e mare blu a perdita d’occhio. Sbucheremo nella zona protetta de Le Orte dove, a parte un centro per immersioni che si amalgama perfettamente col paesaggio circostante, non vi è alcun tipo di insediamento umano. Vedremo la sorprendente ex-cava di bauxite diventata oggi il Lago Azzurro e, in questa splendida cornice, rifletteremo su come la natura, se libera di agire, può rendere tutto più bello.
Nel pomeriggio rientriamo a Lecce con un transfer privato.

Giorno8

Lecce

Ci saluteremo dopo colazione per consigli sull’ultimo shopping o su come rientrare.
Arrivederci al prossimo viaggio in gruppo in Salento!

Il viaggio include

Incluso

  • 7 pernottamenti con colazione
  • Visita guidata di Lecce
  • Corso di Pizzica (2 ore)
  • Transfer privati in programma
  • Accompagnatore Slow Active
  • Assicurazione medico-bagaglio

Non incluso

  • Viaggio a/r
  • Pasti e bevande
  • Ingressi e mance
  • Trasporti pubblici in programma (circa € 2,50)
  • Tassa di soggiorno (circa € 15,00)
  • Quanto non indicato ne “La quota comprende”

Periodo e prezzi

25/08/2019 => 01/09/2019
Standard690 € /p

Supplementi

Camera singola
Standard180 € /p
Notte extra in doppia con colazione
Standard70 € /p
Notte extra in singola
Standard95 € /p

Informazioni Pratiche

Caratteristiche tecniche

L’itinerario è adatto a chiunque abbia un minimo di allenamento a camminare. La lunghezza delle tappe va da un minimo di 8 ad un massimo di 15 km, con dislivelli quasi irrilevanti o poco impegnativi e tempi di percorrenza tra le 2,5 e le 3 ore.
Le escursioni si snodano tra sentieri sterrati e stradine di campagna, con alcuni rari ma indispensabili passaggi su strade trafficate.
Consigliamo di attrezzarsi di scarpe comode ed adatte al trekking, cappellino, acqua, crema solare e impermeabile in caso di pioggia.

Sistemazione e pasti

Ottimi hotel 3/4 * e Masserie, in camere doppie con bagno.

3 notti a Lecce
2 notti a Uggiano la Chiesa
2 notti ad Otranto

7 colazioni incluse. Nessun altro pasto è compreso nella quota.

Assistenza

Sarete accompagnati per tutta la durata del viaggio da un nostro esperto accompagnatore, conoscitore dell’itinerario, coordinatore del gruppo ed amante del viaggio, della natura e del territorio visitato. Sarà sempre al vostro fianco, diventando un vostro compagno e cercando di soddisfare le esigenze del gruppo, stando comunque attento alle singole necessità. Sarà il vostro mediatore, facilitando e favorendo una vacanza autentica, rilassante e divertente.

Come arrivare

Lecce è facilmente raggiungibile in macchina, in treno, in autobus e anche in aereo.

IN TRENO. Trenitalia collega le maggiori città italiane con il capoluogo salentino. Per consultare gli orari visita il sito. Per conoscere soppressioni o aggiunte di fermate, cancellazioni, ritardi, deviazioni di percorso e molte altre informazioni utili per chi viaggia in treno con Trenitalia, consultare Viaggiatreno.

IN AEREO. I due aeroporti di riferimento sono quelli di Bari e Brindisi con voli in partenza dalle più importanti città italiane e straniere.
L’aeroporto del Salento di Brindisi dista circa 40 km da Lecce ed è ben collegato alla città con un servizio di bus navette o transfer privati. L’aeroporto di Bari-Palese dista invece circa 160 km da Lecce. Dalle città di Bari e Brindisi è possibile raggiungere Lecce con il treno o con un servizio taxi.

IN AUTOBUS. Lecce è raggiungibile anche con l’autobus. Ecco di seguito le maggiori compagnie che operano il servizio e dove è possibile chiedere informazioni per orari e costi.
www.marinobus.it, www.baltour.it
Partenze e Arrivi da Campania, Basilicata, Puglia www.mymiccolis.com
Partenze e Arrivi da Sicilia, Puglia www.buscenter.it

IN AUTO. Le autostrade principali da considerare sono la A14 Bologna-Taranto e la A16 Napoli-Canosa. Consigliamo di lasciare l’autostrada all’altezza di Bari per proseguire lungo la superstrada fino a Brindisi e poi continuare sulla SS613 fino a Lecce.

Richiedi preventivo

Compilare correttamente questo campo
Compilare correttamente questo campo
Compilare correttamente questo campo
Compilare correttamente questo campo
Compilare correttamente questo campo
Compilare correttamente questo campo
Valore non valido
Valore non valido
Accettare la privacy
Validare il codice recaptcha